Laboratori di Art-Counseling

Laboratori di Art-Counseling a scuola

I progetti di art-counseling nelle scuole hanno l'obiettivo di aiutare gli insegnanti a comprendere i bisogni e i disagi degli alunni, attraverso la lettura delle loro emozioni. L'arteterapia è un efficace attività che permette di esplorare, esprimere e comprendere le proprie emozioni attraverso strumenti che stimolano ad agire in maniera creativa. Ciò che impariamo nella nostra vita con l'esperienza non è sufficiente, occorre estrapolare ciò che si tende a tenere dentro, per sperimentare nuovi modi di affrontare la realtà.

Superare un dolore, un disagio, un lutto, significa in qualche modo esprimerlo, parlarne, viverlo descrivendone le emozioni suscitate. Ecco perché con l'arte-terapia sono riuscita ad avvicinarmi al mondo dei bambini e degli adolescenti in maniera diversa e più produttiva, ottenendo informazioni utili a comprendere il disagio e la crisi esistenziale che è presente nell'odierna società giovanile.

Il desiderio di essere ascoltati, la voglia di dire, anzi di "sentire" con il cuore senza bisogno di verbalizzare, l'esigenza di essere compresi, sono stati i messaggi focali scaturiti dallo svolgimento delle varie attività; il bisogno di affetto e di attenzione sono state le tacite richieste dei ragazzi, in seguito ai dibattiti di gruppo; la creazione di disegni bellissimi e di testi poetici impareggiabili sono state le competenze scaturite nei momenti di emozione profonda vissuta insieme.

I bambini, essendo creativi, hanno reagito con molto interesse, realmente coinvolti nei laboratori espressivi, soprattutto quelli pittorici; si sono sentiti stimolati a esternare nei prodotti e negli elaborati le loro difficoltà emotive. Hanno imparato ad ascoltare, a rispettare, a dialogare prima con se stessi poi con il gruppo; hanno imparato a sentire la musica non solo con le orecchie ma con il corpo. Ogni iperattività, timidezza, difficoltà relazionale è stata considerata e superata con la consapevolezza di essere capace di "fare", di "costruire" ognuno in modo personale ed autentico.

Ho utilizzato strumenti semplici come la musica classica e/o la musica chillout; alcune tecniche di rilassamento; l'arte grafico-pittorica; le foto e le immagini; l'ascolto; la drammatizzazione.Ho avuto modo di constatare quanto il mondo giovanile sia fragile e nello stesso tempo sensibile e quanto si può imparare da questo pianeta così lontano da noi ma così simile a noi.... Le esigenze non sono poi così irragiungibili, si tratta di avvicinarsi di qualche passo...