Pillole di P.A.C, a tu per tu con un Genitore: Parliamo di un Cucciolo

Pillole di P.A.C: Il potere delle parole
8 Luglio 2021
Pillole di P.A.C. – Movida: Educazione al senso del dovere?
6 Agosto 2021

Pillole di P.A.C, a tu per tu con un Genitore: Parliamo di un Cucciolo

PILLOLE DI P.A.C, A TU PER TU CON UN GENITORE: PARLIAMO DI UN CUCCIOLO

Possiamo con certezza affermare che il cervello è uguale in tutti i soggetti, la differenza sta nelle reti neuronali che si costruiscono in base alle esperienze e alle informazioni che derivano dall’ambiente. La capacità del cervello di modificarsi, lo rende plastico e questo identifica l’individualità soggettiva.

Nei primi tre anni di vita del bambino lo sviluppo fisico e neuropsichico è fondamentale, egli cresce con le giuste stimolazioni (si suppone) e l’ambiente deve offrire molto: non solo il gioco che è importantissimo, la musica che è essenziale ancor prima della nascita, ma anche il cibo che viene fornito, lo stress che spesso è presente.

IL POTERE AFFETTIVO

La stimolazione affettiva è caratterizzata dal contatto fisico (carezza-abbraccio-bacio), esso viene elaborato da un particolare sistema di fibre sensoriali (le c-tattili) che si attivano grazie a un contatto con pochi cm. di pelle in 1 secondo, con una leggera pressione. Il gesto di una carezza determina un brivido ed è amplificato se proviene da altre persone a cui vogliamo bene.

Se educhiamo i nostri figli alla connessione empatica, li abituiamo a dare ma soprattutto a ricevere affetto e amore in senso fisico (abbraccio-carezza-bacio).

Si tratta anche di una comunicazione non verbale che parla e ci dice molto: dice ti voglio bene, ci informa del nostro bisogno emotivo. Rafforzando il gesto con un sorriso andiamo a creare quella giusta emozione che sviluppa il sistema di sintonizzazione e recezione emotiva, quindi migliorerà la comunicazione con ogni altra persona che non sia il genitore.

Perché non accettiamo che il bambino sbagli?

L’Errore è concesso, perché il bambino ha il diritto di sbagliare, come si dice: “errare humano est”. Naturalmente si dovranno trovare le risorse per stimolarlo al miglioramento continuo e giusto. L’errore non deve essere un sintomo né un giudizio di incapacità ma la strada verso l’acquisizione e la conoscenza.

Tocca all’educatore mostrarlo come elemento di crescita, facendo riflettere il bambino sulle caratteristiche dell’errore, sull’effetto negativo che può produrre su se stesso e sugli altri. Successivamente spiegando la ragione per cui è necessario trovare un altro modo di comportarsi (se si tratta di un atteggiamento) o altre parole (si tratta di verbalizzazione corretta).

Importante è anche il rinforzo: un sorriso, una carezza, un incoraggiamento negativo, può invece determinare disistima. La Fermezza è la parola chiave affinché ogni mossa educativa risulti efficace. Rivolgersi al bambino dettando la regola, guardandolo negli occhi in modo serio con un atteggiamento fermo e deciso. Questa modalità crea una sorta di aggancio che non incute timore ma sicurezza perché il bambino le percepisce nel genitore e di conseguenza diventa propria.


Hai bisogno d'aiuto? Io ci sono.

Insieme possiamo fare un uso migliore delle proprie risorse, rispettando i propri bisogni per poter arrivare ad un maggior grado di "benessere".


Grazie alla tecnologia digitale, posso essere in grado di offrirti una consulenza in video conferenza, utilizzando un sistema privato professionale. Non si tratta di una vidochiamata attraverso i classici social network.
Anche se distanti saremo vicino ugualmente.




Hai sentito parlare del mio nuovo libro "Educare con Arte"?

Il metodo-ricerca P.A.C. evidenzia un'educazione positiva, diretta all'accoglienza, con atteggiamento empatico e dando particolare rilievo all'aspetto emotivo.
Nel mio Libro "EDUCARE CON ARTE" viene ampiamento descritto il metodo-ricerca P.A.C. attraverso le esperienze educative di circa mille soggetti.


Acquista subito una copia del libro disponibile in e-book o cartaceo su AMAZON



Hai bisogno d'aiuto? Io ci sono.

Insieme possiamo fare un uso migliore delle proprie risorse, rispettando i propri bisogni per poter arrivare ad un maggior grado di "benessere".


Grazie alla tecnologia digitale, posso essere in grado di offrirti una consulenza in video conferenza, utilizzando un sistema privato professionale. Non si tratta di una vidochiamata attraverso i classici social network.
Anche se distanti saremo vicino ugualmente.



Hai sentito parlare del mio nuovo libro "Educare con Arte"?

Il metodo-ricerca P.A.C. evidenzia un'educazione positiva, diretta all'accoglienza, con atteggiamento empatico e dando particolare rilievo all'aspetto emotivo.
Nel mio Libro "EDUCARE CON ARTE" viene ampiamento descritto il metodo-ricerca P.A.C. attraverso le esperienze educative di circa mille soggetti.


Acquista subito una copia del libro disponibile in e-book o cartaceo su AMAZON



Seguimi sui miei Social

Condividi l'articolo



Lascia un commento

Accedi

Password dimenticata?

Creare un account?