Pillole di P.A.C. – Movida: Educazione al senso del dovere?

Pillole di P.A.C, a tu per tu con un Genitore: Parliamo di un Cucciolo
22 Luglio 2021

Pillole di P.A.C. – Movida: Educazione al senso del dovere?

Pillole di P.A.C. - Movida: Educazione al senso del dovere?

E ci risiamo, nonostante le raccomandazioni, nonostante il vissuto a dir poco "carcerario", si ritorna a strombazzare per le strade della penisola. Roma, Milano, Genova, Napoli, Brescia, Torino e a seguire, sono state città teatro di folle giovanili, generosamente stipate nelle piazze o accalcate davanti ai locali.

Mi viene in mente la morale Kantiana che parla di "educazione al senso del dovere", la quale scaturisce direttamente dall'educazione del carattere: "in nessun luogo si dovrebbe far leva sul sentimento, si deve agire perché la ragione ci suggerisce questa linea di condotta, lungi dall'essere premiati e/o dall’ottenere la stima degli altri". L’etica pedagogica Kantiana del "Tu devi" lascia un'impronta di un certo rigorismo morale e nel contempo afferma che ogni comportamento risulta positivo solo se "sia augurabile che in quella determinata circostanza tutti si comportino come me".

In realtà l'omologazione di massa ha preso il sopravvento: la triste condizione familiare odierna ha straripato da tutte le parti e quel rivolo di apprendimento di principi in accordo con le esigenze individuali ma soprattutto con quelle della società, è venuto meno. In questo lungo intervallo di riflessione educativa abbiamo avuto tanto tempo per capire, per ripartire dagli errori, ma nessuno ha fatto niente. Sarebbe stato utile ponderare una strategia educativa efficace, oppure sperimentare un nuovo modo di essere.

Lo stesso Kant sostenitore di quella libertà, possibile solo se si sottomette alle leggi della ragione, ha affermato che "l'Educazione è un'arte che dev'essere perfezionata da più generazioni". Dunque quest'arte così poco stimata e per nulla adoperata nel contesto famiglia sta raccogliendo i frutti del "non-essere" o del "non fare" tipico di soggetti che adeguano comportamenti corretti solo in caso di paura e di obbligo o meglio di dovere obbligato.

Invece no, io non me la sento di confermare il moralismo kantiano del senso del dovere assoluto, la vera Pedagogia propone come finalità da raggiungere, quella di fare in modo che un soggetto sia in grado di agire spontaneamente bene ed ogni educatore pone molto della propria personalità e della propria formazione. Risaltano, a tal proposito, le parole di Dewey: l’esperienza è tutto ciò che l’uomo possiede nel presente, nella sua condizione culturale e sociale, ma questo sarà il punto di partenza per ogni miglioramento successivo. In verità non vi è stato un percorso di vera educazione durante il lockdown, come non vi sono stati esempi di azione puramente formativa.

È mancato quello sforzo propriamente mirato alla possibilità di elaborare un atteggiamento cosciente, dettato da una consapevolezza emotiva e mentale che avesse la capacità di fuggire da adattamenti doverosi ed egoici e che fosse un fiorire di espressioni del proprio essere e del proprio fare in una competenza educativa basata su atteggiamenti che rinforzano la fiducia in se stessi.

La fiducia di saper agire in un determinato modo che sia quello più idoneo al benessere esistenziale; la fiducia nel saper prendere la giusta decisione negando l'omologazione al gruppo che sfida la vita; la fiducia aumentata nel rispetto del cambiamento. Ma chi può sviluppare nel proprio figlio un pensiero positivo di tale portata? Il genitore, trasmettendogli pochi ma essenziali valori e semplici ma efficaci abitudini nella vita quotidiana. E non lo abbiamo fatto.


Hai bisogno d'aiuto? Io ci sono.

Insieme possiamo fare un uso migliore delle proprie risorse, rispettando i propri bisogni per poter arrivare ad un maggior grado di "benessere".


Grazie alla tecnologia digitale, posso essere in grado di offrirti una consulenza in video conferenza, utilizzando un sistema privato professionale. Non si tratta di una vidochiamata attraverso i classici social network.
Anche se distanti saremo vicino ugualmente.




Hai sentito parlare del mio nuovo libro "Educare con Arte"?

Il metodo-ricerca P.A.C. evidenzia un'educazione positiva, diretta all'accoglienza, con atteggiamento empatico e dando particolare rilievo all'aspetto emotivo.
Nel mio Libro "EDUCARE CON ARTE" viene ampiamento descritto il metodo-ricerca P.A.C. attraverso le esperienze educative di circa mille soggetti.


Acquista subito una copia del libro disponibile in e-book o cartaceo su AMAZON



Hai bisogno d'aiuto? Io ci sono.

Insieme possiamo fare un uso migliore delle proprie risorse, rispettando i propri bisogni per poter arrivare ad un maggior grado di "benessere".


Grazie alla tecnologia digitale, posso essere in grado di offrirti una consulenza in video conferenza, utilizzando un sistema privato professionale. Non si tratta di una vidochiamata attraverso i classici social network.
Anche se distanti saremo vicino ugualmente.



Hai sentito parlare del mio nuovo libro "Educare con Arte"?

Il metodo-ricerca P.A.C. evidenzia un'educazione positiva, diretta all'accoglienza, con atteggiamento empatico e dando particolare rilievo all'aspetto emotivo.
Nel mio Libro "EDUCARE CON ARTE" viene ampiamento descritto il metodo-ricerca P.A.C. attraverso le esperienze educative di circa mille soggetti.


Acquista subito una copia del libro disponibile in e-book o cartaceo su AMAZON



Seguimi sui miei Social

Condividi l'articolo



Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Accedi

Password dimenticata?

Creare un account?